Speaker

Laura Lega

Prefetto di Firenze

Amare il proprio lavoro, portare la propria passione in quello che si fa è il segreto per dare cuore e testa al nostro impegno. Fare il prefetto non è e non deve essere esercizio di potere, ma attività di servizio per le comunità che ci vengono affidate

Chi è Laura Lega?

Prefetto di Firenze da luglio 2018, romana, dopo gli studi classici si laurea con lode in Giurisprudenza a La Sapienza di Roma nel 1983, ed entra subito nel mondo del lavoro privato prima in un grande Istituto bancario a Milano e successivamente presso una Società finanziaria.

Si tratta di un’esperienza significativa che conserverà nel tempo e che le ha consentito un approccio meno burocratico nella professione pubblica.

Nell’89 entra al Ministero dell’interno dove avrà occasione di assumere molteplici incarichi nelle varie articolazioni dell’Amministrazione in sede centrale e periferica che le consentiranno un ampio spettro di esperienze professionali dal settore legislativo, a quello gestionale.

Dal 1990 al 2001 è infatti all’”Ufficio Studi” dove si occupa sia di attività legislativa che di riforme in materia di droga, di trasparenza amministrativa, di privacy, di sanzioni amministrative e di Enti locali.

Dal 2001 al 2006 assume il delicato incarico di Vice Capo di Gabinetto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali. Cinque anni delicati ed estremamente avvincenti.

Nel 2006 rientra al Ministero dell’interno dove, dopo la direzione dell’”Ufficio Coordinamento di delle Amministrazioni Statali”, viene nominata Direttore dell’”Ufficio affari generali e giuridici” presso l’”Ufficio per il coordinamento e la pianificazione delle forze di polizia” del Dipartimento della Pubblica Sicurezza. Qui avrà modo di seguire, tra l’altro, direttamente i primi “Patti per la legalità” specie in alcune aree del Paese come la Calabria interessate da delicati fenomeni di criminalità.

Nel 2008 assume l’incarico di direttore l’”Ufficio Studi e analisi, affari legislativi e parlamentari” e nel 2009 è nominata Capo dell’”Ufficio di Gabinetto” del Capo Dipartimento delle politiche del personale dell’amministrazione civile dell’Interno. 

Nominata Prefetto dal Consiglio dei Ministri nel dicembre 2010 assume il prestigioso incarico di Vice Capo Dipartimento – Direttore Centrale per le risorse umane presso il Dipartimento per le politiche del personale dell’amministrazione civile e per le risorse strumentali e finanziarie.

Nell’estate del 2015 a seguito dell’emergenza immigrazione cessa dalle funzioni di Direttore Centrale ed assume quelle di Prefetto della provincia di Treviso. Si tratterà di un’esperienza complessa, ma positiva che ha consentito di far fronte e normalizzare la delicata situazione in atto legata al tema dei flussi migratori.

A tali incarichi si sono aggiunte nel corso degli anni ulteriori esperienze professionali che hanno arricchito il percorso lavorativo come le gestioni commissariali svolte nei Comuni di Salerno e di Latina e che hanno dato modo di confrontarsi con la gestione diretta, in sostituzione degli organi comunali, delle realtà di quei territori. Si è trattato di occasioni particolarmente interessanti a diretto contatto con i cittadini.

Molte le esperienze in materia di sicurezza come anche quella, dal 2007 al 2010, di “Responsabile del coordinamento generale e dell’attuazione del Protocollo d’intesa in materia di politiche integrate di sicurezza urbana tra Ministero dell’Interno e Regione Friuli Venezia Giulia” che ha costituito un accordo precursore di alcune linee di azione di particolare interesse per le politiche di sicurezza urbana.

Numerose le collaborazioni promosse ed avviate con altre Amministrazioni in Italia ed all’estero, come con la Presidenza del Consiglio, con la Funzione pubblica e l’Istituto Nazionale di Statistica. Nel maggio 2000 ha rappresentato l’Italia alla “Prima Conferenza sulla qualità delle Pubbliche amministrazioni” tenutasi a Lisbona (Portogallo). 

Tra i numerosi incarichi disimpegnati nel corso della carriera, oltre alla partecipazione a gruppi di lavoro interministeriali, a commissioni di concorso e di gara, è stata referente del Progetto Cambia P.A. promosso dalla Presidenza del Consiglio per lo “Sviluppo delle conoscenze sull’ innovazione e ricognizione sui processi di innovazione in atto nelle pubbliche amministrazioni centrali”. 

Ha svolto numerosi incarichi di docenza ed è autrice di diverse pubblicazioni scientifiche. 

E’ sposata ed ha due figli.

Ha partecipato

Firenze 7 Maggio 2019