Blog

Seguici su e

Blog

Seguici su e

13 Maggio 2022 - Erika Bortolotti
Risorse e talenti o persone e passioni?

Nel mondo del lavoro oggi ci sono due termini estremamente abusati: “risorse” e “talento”. Personalmente, li odio entrambi.

Risorse e talenti

Quelle che chiamiamo “risorse” sono persone e come tali andrebbero viste. Questa terminologia fa pensare che ogni lavoratore non sia altro che un cumulo di capacità (ovvero di competenze) da inserire in un certo sistema. Al contrario, una persona non ha solo competenze, ma anche attitudini, e come tale può essere valorizzata, magari facendo qualcosa che mai avremmo pensato potesse fare.

Ogni giorno, poi, le agenzie di selezione del personale ci propongono dei “talenti”. Persone senz’altro competenti valutano questi candidati e decidono se hanno talento e quindi se possono essere utili a decine o centinaia di aziende che operano in un certo settore. Il problema non sono le competenze di chi valuta questi ragazzi, ma il fatto che il concetto di talento diventa oggettivo anziché soggettivo. Il mondo del lavoro sembra non accettare il fatto che una persona non adatta per un certo lavoro in una certa azienda possa essere perfetta cambiando la mansione, o l’azienda, o entrambe le cose.

Passione e volontà

Mi piacerebbe sostituire il termine talento con altre due parole: passione e volontà. Se ci sono queste due componenti, e se si ha la fortuna di trovare qualcuno – professori, datori di lavoro, genitori – che ci aiuta ad aprire la mente e a non porci limiti, non rimane che provare fino a quando si trova la strada giusta.

Nel mio caso personale, fino a 13 anni ero il ragazzo più timido del mondo e mai avrei pensato di fare l’imprenditore, anche perché non sono cresciuto in una famiglia di imprenditori. Nonostante questo, a 24 anni ho fondato un’azienda e ancora oggi faccio questo mestiere. E se lavorare significa alzarsi pensando “anche oggi mi tocca”, posso considerarmi disoccupato da circa 26 anni.

Il mio augurio per voi ragazzi che dovete decidere cosa fare da grandi è che vi vediate come persone, e non come risorse, e che possiate inseguire con impegno e volontà le vostre passioni. Forse ci vorrà del tempo, ma quando scoprirete “il vostro talento” ci costruirete intorno la vostra vita.

Daniele Bianchi, CEO Opiquad
Moderatore dell’evento Speciale ITS Lombardia 2022 Online