Blog

Blog

16 Ottobre 2018 - Lilli
Il nostro non è solo un lavoro ma è una missione: il grande onore e onere di appartenere all’Arma dei Carabinieri.

Credo nel valore del team e nel rispetto della divisa. Come diceva il generale della Chiesa “I Carabinieri hanno gli alamari cuciti sulla pelle”. Colonnello dell’Arma del Carabinieri, Comandante Provinciale di Bergamo, Speaker a Smart Future Academy Bergamo 2018

Da quasi trent’anni passione e determinazione guidano la mia pluriennale esperienza investigativa, che mi ha portato a condurre numerose attività d’indagine nel settore del contrasto alla criminalità organizzata di stampo mafioso e al narcotraffico internazionale; dei sequestri di persona a scopo estorsivo (in Sicilia, Liguria e Veneto) e di omicidi; e di numerose attività di contrasto al terrorismo internazionale di tipo confessionale.

Sono un Colonello dell’Arma dei Carabinieri, attualmente Comandante Provinciale di Bergamo. Mi sono formato presso l’Accademia Militare di Modena (1991-1993), laureato in Giurisprudenza (Università La Sapienza) nel 1996. Ho sempre dato molta importanza alla formazione accademica e al miglioramento delle mie competenze lavorative. Sono curioso ed interessato ad accrescere il mio bagaglio culturale, personale e professionale.

Per questo mi sono laureato anche in Scienze della Sicurezza Interna ed Esterna nel 2004 (Università di Tor Vergata) e poi ho seguito una formazione di alta specializzazione conseguendo un master di II livello in Scienze Criminologiche e Forensi nel 2005 (Università La Sapienza) e poi in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale nel 2015 (Università Ca’ Foscari).

Durante la mia carriera professionale ho avuto il piacere di lavorare in tutta Italia. Dal 2004 al 2017, ho ricoperto incarichi prettamente investigativi e di comando in reparti territoriali a Vibo Valentia, Lamezia Terme (CZ), Crotone e Palermo e nel ROS (Raggruppamento Operativo Speciale) a Napoli, Genova, Padova e Milano.

I lunghi anni vissuti all’interno del ROS costituiscono per me l’esperienza più significativa ed esaltante della mia carriera professionale, dove ho imparato il gioco di squadra, il valore della strategia e della pianificazione a lungo termine. Ho sperimentato il gusto dell’adrenalina e sviluppato una forte curiosità e la capacità di non fermarsi mai davanti alle apparenze.

Credo nel valore del team e nel rispetto della divisa. Come diceva il generale della Chiesa “I Carabinieri hanno gli alamari cuciti sulla pelle”. Il nostro non è solo un lavoro ma una missione. Abbiamo un grandissimo onere e onore: la tutela dell’altro, la difesa dei diritti individuali e collettivi, soprattutto di coloro che reclamano giustizia e sicurezza. Una missione, in altre parole, che deve corrispondere ad una vera e propria vocazione: quella di rendere un “servizio” al prossimo e al cittadino.

Paolo Storoni

Colonnello dell’Arma del Carabinieri, Comandante Provinciale di Bergamo